Isola di Pantelleria, soggiorni in dammusi, hotel, residence, albergo, la guida completa di Pantelleria
  Home Page |  Conoscere Pantelleria |  Come arrivare |  Affitto dammusi |  Contatti |  Clicca qui per entrare - versione italiana Italiano  Click here to enter - english version English 
  Vivere Pantelleria
Come Arrivare
Ristoranti & Trattorie
Bar & Locali
Noleggi
Giri dell'Isola in barca
Diving Center
Tempo libero
Negozi
Prodotti tipici
Meteo
Numeri Utili
Link su Pantelleria
Offerte Speciali
Contatti
  Conoscere l'Isola
Introduzione
La Geografia
La Storia
Gioielli della natura
La Pietra e l'uomo
Le Contrade
Il Pantesco
Geologia dell'Isola
La Flora
La Fauna
La Gastronomia
Il Passito di Pantelleria
I Capperi
Lo Zibibbo
Artigianato pantesco
Le Tradizioni
Personaggi panteschi
Cosa hanno detto...
La Cartina dell'Isola
Pantelleria - Profumo d'antico
 Dove siamo...
Cartina dell'Isola di Pantelleria, dove siamo...
 Come raggiungerci
 Potete raggiungere
 Pantelleria in Aereo da
 Milano, Roma con i
 voli charter
 Alitalia...
 Da Milano, Roma,
 Trapani con Airone...
 Da Palermo con
 Meridiana...
 In Nave da Trapani con
 Siremar o da Mazara del
 Vallo con Tirrenia...
 In Aliscafo da Trapani
 con Ustica Lines
 [dettagli]

 

Nome Utente: Password:
Accedi | Registrati | Prima Pagina

Pantelleria Internet - Anno 23^ Pantelleria.com
mercoledģ 17 agosto 2022 

Il mundial di Cucci - terza puntata

IL ROMANZO DI SPAGNA 82 - IL CAMERUN

News 30614, Pantelleria 04/07/2022 (Italo Cucci)

Molti sostengono che il grande protagonista del Mundial 82 fu il Brasile. Nel bene e nel male. Ne parleremo. E semmai lo fu, fu tutto merito dell’Italia e di quella parata di Zoff - se non la più bella, la più importante della sua carriera - all’89 di Italia-Brasile del 5 luglio, quando trattenne a pochi centimetri dal gol la velenosa punizione di Oscar. E facciamoli pur protagonisti, i verdeoro, come vuole il bellissimo libro di successo di Piero Triellini intitolato semplicemente LA PARTITA. Quella partita. Io ho semplicemente da raccontarvi l’Antagonista: il CAMERUN. E vi spiego perché, attingendo dal mio diario guerinesco dell’82, quando andai in Libia, a Tripoli, per spiare gli africani durante la Coppa d’Africa. Non da solo. Al seguito di Enzo Bearzot. A Vigo, mesi dopo, avremmo incontrato “i Leoni Indomabili”. Si trattava di capire se fossero davvero così forti. Confesso subito che non mi accorsi della loro potenza, certo traviato dalla bellezza di quei luoghi che m’indussero a sottovalutare le loro partite. Enzo era fortunatamente di buonumore perché nella trasferta africana l’avevamo seguito in pochi. Ricordo l’amico Beccantini - allora alla “Stampa” di Torino - l’unico che aveva voglia di lavorare davvero. Una mattina portai il Vecio al Suk, il mercato di Tripoli, dov’ero già stato di recente ospite di Gheddafi. Lì ritrovai vecchi amici, vecchi davvero, ormai settantenni, sempre a chiacchierare in una sorta di Bar Sport che presentava una parete piena di foto d’epoca. Parlando un bell’italiano - divertiti all’idea che mi chiamassi Italo… -  mi chiesero storie del nostro campionato e quando gli dissi che tifavo Bologna mi fecero vedere una foto di Biavati, il mio amico Medeo campian d’al mand, ultimo allenatore della Nazionale di Re Idris. Prima che cacciassero gli italiani.

Il più anziano - un gigante avvolto nel tradizionale caftano - si rivolse con sussiego a Bearzot: “Onorato. Noi vi vogliamo bene”. E mostrò nella vicinissima piazza il monumento eretto in omaggio a Settimio Severo, l’imperatore romano nato a Tripoli. Parlammo poco di calcio - il Rais Gheddafi l’odiava, come tutti gli sport da vedere, e l’aveva anche scritto nel suo vangelo, “Il libro verde” -  ma di storia. Finì che accettammo la proposta di andare a visitare Leptis Magna e  Sabrata, segretamente accompagnati in auto da uno di loro. Vantaggiato era disperato, temeva uno scandalo internazionale perché ci era vietato lasciare l’hotel. In verità, causa la Coppa d’Africa il regime aveva allentato la morsa poliziesca. Era con noi il mio partner fotografico, Guido Zucchi, e ci divertimmo a immortalare il Vecio fra le rovine di quelle meravigliose città cartaginesi/romane. Poi, al lavoro. Come suggeriva Roberto. Bearzot, in una intervista al giornale di Tripoli, aveva detto: “Questo Camerun è un avversario temibile…”. Pensai a parole diplomatiche. E infatti, dopo averli visti all’opera con l’Algeria, la squadra più europea d’Africa, scrissi che mi sembravano poca cosa. Grande, grandissimo il loro portiere, Nkono (che a Vigo ci fece vedere i sorci verdi), meno efficace l’altro divo dei “Leoni”, Roger Milla, che scoprimmo campione a nostre spese. Il Vecio masticava la pipa e taceva, ogni parola poteva costargli cara. Dopo. In Italia. Ritrovai una sua frase nel mio personalissimo taccuino: “Tecnica individuale buona, gioco pulito - fin troppo! - sostanzialmente accademico, imparaticcio, elementi di base non ancora digeriti, l’alta statura non li agevola, così il terreno sintetico. Nkono grandissimo, Milla assente…”. E aggiunse: ”Per fortuna non c’è toccato il Ghana”, che vinse dando spettacolo. “E adesso andiamo a vedere il Perù…”. “Ci andrai tu, a Lima, io resto a casa”. E tuttavia gli riferii della mia intervista a Daniel Jeandupeux, l’allenatore dello Zurigo, un po’ lo scopritore del nuovo calcio africano, insieme allo slavo Zutic. Daniel mi raccontò dettagliatamente le virtù dei “Leoni indomabili” - ragazzi belli, colti, un po’ snob con il loro francese elegante prima lingua -  e mi venne il sospetto che, sapendosi spiati e fondamentalmente disinteressati alla Coppa d’Africa, presuntuosamente votati al Mundial, avessero fatto pretattica come gli italiani d’antan. Ebbi purtroppo ragione. In Spagna ci avrebbero fatto (quasi) neri. Un dettaglio trascurabile - mica tanto - la presenza a Tripoli di un italiano rappresentante di una ditta di articoli sportivi. Era lì - fu detto e scritto - per offrire una ricca sponsorizzazione al Camerun. Oliviero Beha, amareggiato da un Mondiale per lui infelice, più tardi su quella partita costruì uno scandalo con il libro “Mundialgate. Dietro la vittoria italiana in Spagna una clamorosa storia di corruzione” scritto insieme a Roberto Chiodi. Con l’intento di far togliere all’Italia il titolo mondiale.  “L’Italia-Camerun più famosa o famigerata della cronaca - scrisse - il match combinato per antonomasia e sotto gli occhi di tutti:  a Vigo nel primo turno l’Italia in quel momento sbeffeggiata di Bearzot viene da due pareggi, con Polonia e Perù…Italia e Camerun arrivarono all’ultima giornata a pari punti, due a testa, il Camerun dopo due 0 a 0 e l’Italia dopo lo 0 a 0 con la Polonia nella partita d’esordio e il faticosissimo uno a uno con il Perù (gol azzurro di Bruno Conti e pareggio dovuto ad un’autorete di Collovati su tiro del capitano Ruben Toribio Diaz). Quindi, visto il gol segnato in più, alla squadra di Bearzot per passare il turno sarebbe bastato un pareggio al Balaìdos. Certo, per evitare il gironcino con Argentina e Brasile sarebbe stato meglio goleare gli africani... L’andamento della partita lo conoscono tutti: un colossale ‘primo non prenderle’, comprensibile per un’Italia dilaniata dalle polemiche (che di lì a poco avrebbero portato allo storico silenzio stampa, con la questione premi a fare da pretesto), incomprensibile per un Camerun che sarebbe andato incontro ad una sicura eliminazione. Situazione che fu sconvolta alla mezzora del secondo tempo da un gol fortunoso di Ciccio Graziani: cross di Paolo Rossi, colpo di testa in controtempo e scivolata di N’Kono. Nemmeno il tempo del replay e subito il pareggio del Camerun, con centrocampo e difesa azzurri che fecero una serie di errori grotteschi, consentendo il gol in spaccata di Gregoire M’Bida. Poi melina...In Italia avremmo urlato alla combine, ma l’importanza del Mondiale per tutti e soprattutto per una squadra emergente come il Camerun fece accettare la pietosa spiegazione dei giocatori del Camerun e dei nostri opinionisti: già contenti di essere stati la squadra rivelazione, i Leoni avevano voluto chiudere il Mondiale senza sconfitte”. Veleno.

Ma noi saremmo andati a Barcellona. Tiè… 

3 - Continua


Dal Al Ricerca testo
  Cerca
Localitą Data Titolo
30864 Pantelleria 16/08/2022 IL CARO BOLLETTE DELLA LUCE
30863 Pantelleria 16/08/2022 GABRIELE BRUNI, ''LO STRATEGA DI AZZURRA'', INCONTRA I RAGAZZI DEL CIRCOLO VELICO DI PANTELLERIA
30862 Pantelleria 16/08/2022 L'ACROPOLI DI PANTELLERIA TRA ROMA E CARTAGINE
30861 Pantelleria 16/08/2022 ''LETIZIA BATTAGLIA E' STATA UN PUNTO DI RIFERIMENTO PER NOI CHE DOVEVAMO SCEGLIERE CON CHI STARE''
30860 Pantelleria 16/08/2022 ''A ME PIACE IL VENTO ED IL MARE DIFFICILE''
30859 Pantelleria 16/08/2022 LA PRIMA VOLTA AL FESTIVAL DELLA MUSICA. L'AMICIZIA CON FERRUCCIO BARBERA
30858 Pantelleria 15/08/2022 STOP ALLA PESCA SPORTIVA/RICREATIVA DEL TONNO ROSSO
30857 Pantelleria 15/08/2022 TERREMOTO NEL CANALE DI SICILIA, NESSUN DANNO
30856 Pantelleria 15/08/2022 TRE PROGETTI DI PANTELLERIA RITENUTI COERENTI SECONDO IL ''CONTRATTO DI COSTA IMAGO''
30855 Pantelleria 15/08/2022 15 AGOSTO: FERIAE AUGUSTI CREATE DA GAIO NEL 18 A.C.
30854 Pantelleria 14/08/2022 SINTESI PERFETTA DELLA MOSTRA AL MUSEO DEL CAPPERO
30853 Pantelleria 14/08/2022 SOGNO O SON DESTO?
30852 Pantelleria 14/08/2022 SI E' SPENTA GIOVANNINA MARTINI, MOGLIE DI GIUSEPPE PAVIA
30851 Pantelleria 14/08/2022 AL PORTO DI SCAURI DI FATTO OPERA PRIVATA DESTINATA AD USO PUBBLICO
30850 Pantelleria 14/08/2022 ''FIGLIO NEL VENTO'', UN ROMANZO CHE IPNOTIZZA IL LETTORE
30849 Pantelleria 13/08/2022 THOR: LOVE AND THUNDER
30848 Pantelleria 13/08/2022 NELLA CASERMA DELLE ARTI NUOVA MOSTRA DI FILIPPO PANSECA
30847 Pantelleria 13/08/2022 RICORDO DI LILLO DI BONSULTON AL C.C. VITO GIAMPORCARO
30846 Pantelleria 13/08/2022 PUBBLICATO IL REGOLAMENTO ''BENESSERE ANIMALE'' APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE
30845 Pantelleria 13/08/2022 CI HA LASCIATO PIERO ANGELA, L'ANNUNCIO DAL FIGLIO ALBERTO: ''BUON VIAGGIO PAPA'''
30844 Pantelleria 13/08/2022 BARBAGALLO ''FELICE DI ESSERE STATO COINVOLTO NEL PROGETTO SU LETIZIA BATTAGLIA''
30843 Pantelleria 13/08/2022 CONSEGNATO IL PREMIO ''PROGETTO DA PANTELLERIA'' AL REGISTA ROBERTO ANDO'
30842 Pantelleria 12/08/2022 GLI ORARI DELLE MESSE
30841 Pantelleria 12/08/2022 ESPONE NINO MANNINA
30840 Pantelleria 12/08/2022 CONOSCERE PER VALORIZZARE
30839 Pantelleria 12/08/2022 IMPORTANTE CONFERENZA ARCHEOLOGICA CON IL PROF. SCHAFER IN AULA CONSILIARE
30838 Pantelleria 12/08/2022 RECUPERATI I PROGETTI DEI LAVORI NELLE AREE ARCHEOLOGICHE DELL'ISOLA
30837 Pantelleria 12/08/2022 PREMIO ''PROGETTO DA PANTELLERIA'' STASERA ORE 21:00 IN PIAZZA CAVOUR
30836 Pantelleria 11/08/2022 PROBLEMI IERI PER L'ALISCAFO CHE TORNA INDIETRO E POI RIPARTE
30835 Pantelleria 11/08/2022 L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE RITIENE CHE NON CI SARA' NESSUN COMMISSARIO PER IL COMUNE DI PANTELLERIA
30834 Pantelleria 11/08/2022 PORTO SCAURI
30833 Pantelleria 11/08/2022 DEBUTTA PER LA PRIMA VOLTA A PANTELLERIA ''IMMERSIONE'' DI GABRIELLA FURNO
30832 Pantelleria 11/08/2022 PREMIO A MARIANO RODO SU INDICAZIONE DEL ROTARY
30831 Pantelleria 11/08/2022 NINO CASANO PREMIO ''PROGETTO DA PANTELLERIA'' AL PANTESCO
30830 Pantelleria 11/08/2022 PREMIO SPECIALE ''PROGETTO DA PANTELLERIA'' 2022 A ANGELO BARBAGALLO
30829 Pantelleria 10/08/2022 GLI APPUNTAMENTI DELLA SETTIMANA
30828 Pantelleria 10/08/2022 NE' SPAZIO NE' TEMPO ESPONE NINO MANNINA
30827 Pantelleria 10/08/2022 PRESENTATO IL LIBRO DI UMBERTO LUCENTINI
30826 Pantelleria 10/08/2022 L'ATTIVITA' ARTISTICA DI ROBERTO ANDO'
30825 Pantelleria 10/08/2022 ''SOLO PER PASSIONE'' LA FICTION SU LETIZIA BATTAGLIA DI ROBERTO ANDO'
30824 Pantelleria 09/08/2022 FESTEGGIATO SAN GAETANO, PATRONO DELLA CONTRADA DI SCAURI
30823 Pantelleria 09/08/2022 COME VEDERE AL MEGLIO LE STELLE CADENTI
30822 Pantelleria 09/08/2022 NOMINATI CON DECRETO ASSESSORIALE COMMISSARI AD ACTA PER 16 COMUNI DEL TRAPANESE TRA CUI PANTELLERIA
30821 Pantelleria 09/08/2022 L'ALBO D'ORO DEL PREMIO ''PROGETTO DA PANTELLERIA''
30820 Pantelleria 09/08/2022 IL REGISTA ROBERTO ANDO' VINCE LA SEDICESIMA EDIZIONE DEL PREMIO ''PROGETTO DA pANTELLERIA''
30819 Pantelleria 08/08/2022 VENDESI TERRENO CON PROGETTO FABBRICATO
30818 Pantelleria 08/08/2022 ELEVATE 11 SANZIONI AMMINISTRATIVE
30817 Pantelleria 08/08/2022 LE NUOVE E IMPORTANTI SCOPERTE SULLA REALIZZAZIONE DELLO STORICO HANGAR MILITARE
30816 Pantelleria 08/08/2022 UNA MOSTRA DI NINO MANNINA
30815 Pantelleria 08/08/2022 IN VISITA ALLA MOSTRA ''RACCONTI D'AUTORE''
30814 Pantelleria 08/08/2022 PROROGATO PER ALTRI DUE MESI L'INCARICO DI ESPERTO DEL SINDACO
30813 Pantelleria 07/08/2022 CI HA LASCIATO LA SIGNORA LIA NAGAR GUAIANA
30812 Pantelleria 07/08/2022 PAOLO BORSELLINO, LA VERITA' NEGATA
30811 Pantelleria 07/08/2022 ITA PROLUNGA OPERATIVO SU PANTELLERIA OLTRE IL MESE DI AGOSTO
30810 Pantelleria 07/08/2022 IL GIORNO DELLA VITA, LA POESIA DELL'AMICIZIA
30809 Pantelleria 07/08/2022 LA SITUAZIONE NEL PORTO DI SCAURI
30808 Pantelleria 07/08/2022 UN INFORMATO E COLTO PUBBLICO HA RESO OMAGGIO A FRANCESCO GUCCINI



Indietro | Prima Pagina
Pantelleria.com č anche informazione - Tutte le news in tempo reale dall'Isola di Pantelleria
Prodotti tipici di Pantelleria
che tempo fa a Pantelleria ?
Come č il mare a Pantelleria ?

Pantelleria Internet - Quotidiano di Informazione
Direttore Responsabile Salvatore Gabriele - Responsabile Tecnico Giacomo Patanč
Editore Pantelleria Internet Via Genova, 1 - 91017 Pantelleria (TP) Email: giornale@pantelleria.com
Autorizzazione Registro Giornali Tribunale di Marsala N. 164-5/2007 del 17/07/2007



Copyright © 2001, 2006 Pantelleria.com - Giacomo Patanč